Vaiolo delle scimmie, salgono a 5 i casi in Italia

Sono saliti a 5 i casi di vaiolo delle scimmie in Italia. Un quinto caso di ‘monkeypox’, con caratteristiche cliniche e di trasmissione simili ai precedenti, è stato notificato oggi dall’Istituto Spallanzani di Roma.

Leggi anche

Sono in corso gli accertamenti su altri casi sospetti” annuncia l’Inmi Spallanzani.

Il quinto caso è un italiano di ritorno dalla Germania, che si è recato in ambulatorio all’Inmi Spallanzani e ora è in isolamento a casa, seguito dai medici dell’Istituto. È quanto apprende l’Adnkronos Salute.

VIRUS PRIMI 3 CASI ITALIANI AFFINE A CEPPO AFRICANO – “I ricercatori dello Spallanzani hanno completato la prima fase dell’analisi della sequenza del Dna del Monkeypox virus dei primi tre casi di vaiolo delle scimmie osservati in Italia e seguiti presso l’Istituto romano” comunica l’Inmi, spiegando che “i campioni risultati positivi al Monkeypox virus sono stati sequenziati per il gene dell’emoagglutinina (Ha), che consente l’analisi filogenetica del virus, e sono tutti risultati affini al ceppo dell’Africa Occidentale, con una similarità del 100% con i virus isolati dei pazienti in Portogallo e Germania. Potremmo essere anche in Italia di fronte a un virus ‘paneuropeo’ – ritengono gli specialisti dello Spallanzani – correlato con i focolai osservati in vari Paesi europei, in particolare quello delle Isole Canarie”.

Source

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche

Star Bene e in Salute

Magazine nel campo del benessere e della buona qualità di vita.

Direttore Responsabile: Sieglinde Wolfstahl-Kulmbacher

Redazione: Strada Monte Cosio 74/b
Lugano (CH)

info@starbeneinsalute.it

tel. +41.91.002 55 36